Creiamo nuovo valore

Racconti sullo sviluppo dei prodotti

Il progetto del frigorifero Side By Side

Creiamo con grande impegno prodotti esteticamente belli
che si armonizzano perfettamente con le esigenze delle persone.

Kohei Shirai – dal Product Design Department Global Center
per l’innovazione sociale di Tokyo – è il designer del nuovo frigorifero Side-By-Side di Hitachi.

Qual è il design giusto per il nuovo frigorifero Side By Side?

Nei nuovi modelli della serie Side By Side abbiamo sviluppato una nuova, esclusiva finitura con decoro poligonale per la porta con superficie esterna in vetro, e l'abbiamo proposta con un nuovo colore, il vetro bronzo (GBZ).

Passando agli interni, abbiamo dato una nuova estetica al rinnovato scomparto sottovuoto, che mantiene la freschezza dei prodotti e ne lascia inalterati i nutrienti. Anche la vaschetta per l'acqua è stata rivisitata e spostata a fianco dello scomparto sottovuoto. E, per dare quel tocco di qualità che si conviene a un prodotto al top di gamma, abbiamo inserito un pannello in alluminio sul fondo, nella parte superiore dello scomparto frigo.

Progettando il nuovo frigorifero, il criterio principale a cui ci siamo attenuti è stato quello di esaminare e tenere ben presenti le esigenze dei nostri clienti. Nel perseguire questo obiettivo ambizioso abbiamo dedicato più tempo e maggiori sforzi a mettere a punto il nuovo design.

Per la versione precedente del Side By Side avevamo progettato un motivo a losanghe (DIA) che era stato apprezzato in tutti i paesi, per questo abbiamo deciso di mantenere il concept di base.

A partire da quello abbiamo ideato decine di variazioni sul motivo dei rombi, pur mantenendolo, e anche finiture che ricordano le trame. Fra tutte quelle proposte il motivo a poligono, quello che è stato poi selezionato, è emerso dall'idea di stampare un poliedro su vetro piatto per ottenere la tridimensionalità del prodotto. Ci sembrava di poter far emergere nuovi movimenti ed espressività creando elementi irregolari e sottraendo superfici, come per realizzare una scultura. Abbiamo poi nuovamente vagliato le proposte e ne abbiamo stampato diverse su pannelli di acrilico per analizzarle in scala reale. Infine, le abbiamo stampate su vere lastre di vetro, controllando colori, motivi e dettagli delle sottili particelle metalliche, soprattutto per verificare che l'effetto dimensionale e di profondità del motivo poligonale fosse reso a dovere.

Cerchiamo di farci ispirare non solo dalle tendenze di mercato, ma anche dalla vita di tutti i giorni.

Il passo successivo è stato quello di riunire le figure aziendali direttamente coinvolte e sentire il loro parere, proponendo loro i sondaggi effettuati su tre campioni. Abbiamo poi portato questi campioni a rivenditori di vari paesi per avere il loro punto di vista.

Altre indicazioni le abbiamo ottenute confrontandoci con i nostri clienti. Quando abbiamo cominciato a lavorare sul nuovo design sapevamo che "un motivo che si nota chiaramente a distanza" sarebbe stato apprezzato, ma come designer non eravamo del tutto convinti che il nuovo design della porta in vetro si inserisse armoniosamente nell'arredamento degli interni. Dopo aver ascoltato molti dei commenti dei nostri clienti, abbiamo realizzato che il design a poligono della porta in vetro "si armonizzava con l'arredamento". Anche se ci risultava difficile accettarlo dal punto di vista progettuale, indagando più a fondo abbiamo trovato alcune parole chiave che si ripetevano, come "più tridimensionale", "un design a cui è applicato un effetto", "qualcosa che non ha ancora nessun altro", e ci siamo resi conto che "qualcosa che sottolinea le differenze si armonizza con gli interni". Fino a quel momento eravamo convinti che un oggetto di design si deve armonizzare con l’ambiente interno che lo circonda. Ora si era aperta una prospettiva diversa, abbiamo finalmente ultimato il design della porta in vetro a poligoni nel giro di sei mesi.

Abbiamo inoltre effettuato test di funzionalità nei reparti aziendali coinvolti, per valutare la praticità e la semplicità di utilizzo in ambientazioni domestiche reali. Abbiamo chiesto agli utenti quanto apprezzassero la finitura della porta in vetro a poligoni e lo scomparto sottovuoto appena introdotto. Questo è stato fatto all'insegna del nostro motto: "Prestare attenzione alle persone".

Inoltre, abbiamo modificato la struttura interna del coperchio della vaschetta dell'acqua. All'inizio avevamo suggerito una chiusura scorrevole, ma poi, tenuto conto del volume della vaschetta e della sua fruibilità, abbiamo cambiato il meccanismo per fare in modo che si aprisse con un solo tocco per maggiore comodità.

Ascoltare la voce dei clienti e comprendere quello che vogliono è, per noi, un concetto intuitivo e un processo naturale. Un'ulteriore dimostrazione può venire da come abbiamo perfezionato le maniglie delle porte del frigorifero per il design d'insieme, studiando fin dove arrivano le unghie durante la presa. Si tratta di un'altra conferma della meticolosità con cui cerchiamo di capire le opinioni delle persone nel perseguire lo scopo di "essere attenti alle vostre esigenze".

Cerchiamo di farci ispirare non solo dalle tendenze di mercato, ma anche dalla vita di tutti i giorni. Imparare dalla vita quotidiana, osservando, alla ricerca di nuove informazioni per cambiare prospettiva. Continueremo così a chiederci "In cosa consiste un buon prodotto di design per l’utilizzatore finale?" e a progettare i nostri prodotti in funzione delle vostre risposte.

"Kyoso-no-mori"
(Settore Ricerca e Sviluppo di Hitachi Ltd.)

Continuando a usare questo sito web acconsentite espressamente a ricevere sul vostro browser i cookie che ci permettono di fornirvi un'esperienza migliore. In conformità con la direttiva europea sulla protezione dei dati, siamo tenuti a spiegare le finalità con cui utilizziamo i cookie nel nostro sito.

Cliccate qui per sapere quali cookie utilizziamo e a quale scopo.
Acconsento